Gli obblighi di pubblicità e trasparenza non si applicano alle Università libere

Postato da Redazione il 26 Luglio 2016

Gli obblighi di pubblicità e trasparenza stabiliti dal D.lgs. 33/2013 (Testo Unico sulla Trasparenza delle Pubbliche Amministrazioni) non si applicano alle c.d. Università libere, in quanto queste non costituiscono enti pubblici ma solo enti privati che svolgono attività di pubblico interesse.

Lo ha chiarito il Consiglio di Stato con la sentenza n. 3043 dell’ 11 luglio 2016 respingendo l’appello proposto dall’ANAC, secondo cui anche le Università non statali, poiché dotate del potere di rilasciare titoli equiparati alle Università pubbliche, avrebbero la natura di “enti pubblici non economici”. Secondo i giudici, invece:

la Costituzione preclude alla legge di operare una sostanziale “pubblicizzazione” delle Università non statali, imponendo ad esse obblighi anche in materia di trasparenza e pubblicità che contrasterebbero con la natura sostanzialmente privatistica che le connota

Infatti l’art. 33, ultimo comma, della Costituzione riconosce alle Università “il diritto di darsi ordinamenti autonomi nei limiti stabiliti dalle leggi dello Stato”, in modo incompatibile – quindi - con forme di controllo collettivo e pubblico sulle loro strutture organizzative (tra cui, ad esempio, gli organi di indirizzo politico).

In altri termini, le Università non statali non possono essere ricomprese in alcun modo tra le Pubbliche Amministrazioni elencate all’art. 1, co. 2 del D.lgs. 165/2001 s.m.i., a cui soltanto è applicabile il Testo Unico sulla Trasparenza (cfr. art. 11 co. 1 d.lgs. 33/2013).

© Riproduzione riservata

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicazione bandi di gara: l’AVCP chiede un chiarimento normativo

Postato da Redazione il 16 Aprile 2013 in Leggi e Prassi

Con atto di segnalazione n. 1 del 27 marzo 2013, l’Autorità di vigilanza sui contratti pubblici ha evidenziato la frammentarietà e la mancanza di chiarezza della vigente disciplina sulle modalità di pubblicazione dei bandi di (...)

Piani Anticorruzione: obbligo di adozione entro il 31 marzo 2013

Postato da Redazione il 16 Gennaio 2013 in Leggi e Prassi

L’art. 34-bis del Decreto n. 179/2012 (c.d. Decreto Sviluppo bis) ha differito al 31 marzo 2013 il termine per l’adozione dei Piani di prevenzione della corruzione da parte delle Pubbliche Amministrazioni centrali. Si tratta (...)