Campionatura: se manca, comporta l’esclusione

Postato da Redazione il 4 Dicembre 2012

La mancata presentazione, entro il termine di scadenza delle offerte, della campionatura richiesta nel bando di gara comporta la legittima esclusione del concorrente dalla gara.

La stazione appaltante può infatti prevedere nel bando di gara la produzione, da parte dei concorrenti, di una campionatura gratuita del prodotto offerto, da presentare unitamente alla busta contenente l’offerta tecnica entro il termine prescritto.

Se richiesta nel bando di gara, la campionatura della fornitura, al pari della relazione tecnica, può considerarsi alla stregua di un elemento essenziale dell’offerta tecnica, in quanto funzionale alle valutazioni e comparazioni che la commissione giudicatrice deve svolgere sui prodotti offerti da ciascun concorrente.

Appare coerente ritenere che anche per la produzione della campionatura, da allegare alla offerta tecnica, debba valere il termine perentorio per la presentazione delle offerte, la cui violazione da parte della originaria ricorrente ha legittimamente comportato la sua esclusione dalla procedura di gara.
Tale conclusione non appare contraria al principio della tassatività delle cause di esclusione, posto che le modalità ed i termini di presentazione delle offerte sono espressamente rimesse dalla legge (art. 55 d.lgs n. 163/06) alle determinazioni che l’amministrazione aggiudicatrice è tenuta ad esplicitare nel bando o nella lettera di invito.

Cons. Stato, Sez. VI, Ord., 1° ottobre 2012, n. 3951

In sintesi:

  • la stazione appaltante è tenuta, ai sensi dell’art. 55 Codice Appalti, ad indicare nel bando di gara le modalità e i termini di presentazione delle offerte;
  • la stazione appaltante può richiedere nel bando di gara la presentazione di apposita campionatura gratuita;
  • la perentorietà del termine di presentazione delle offerte vale anche per la produzione della eventuale campionatura;
  • la mancata produzione della campionatura entro il termine previsto comporta l’esclusione dalla gara;
  • l’esclusione dalla gara per mancata campionatura, se prevista nel bando di gara, non contrasta con il principio di tassatività delle cause di esclusione.

© Riproduzione riservata

Potrebbe interessarti anche:

Iscrizione camerale: conta l’attività prevalente svolta nella sede legale

Postato da Redazione il 23 Febbraio 2015 in Pillole di giurisprudenza

Per soddisfare il requisito di iscrizione alla Camera di Commercio per attività “inerente” all’oggetto dell’appalto, occorre che si tratti dell’attività prevalente esercitata dall’impresa nella sede legale, non rilevando (...)

AVCPASS: obbligatorio dal 1° luglio per gare da 40.000 euro in su

Postato da Redazione il 28 Maggio 2013 in Leggi e Prassi

Manca solo un mese al passaggio al regime obbligatorio del nuovo sistema AVCPASS per la verifica dei requisiti di partecipazione delle imprese alle pubbliche gare d’appalto d’importo pari o superiore a 40.000 euro esperite in (...)