AVCPASS: l’Autorità chiarisce i termini di entrata in vigore

Postato da Redazione il 4 Novembre 2013

Con un Comunicato del 30 ottobre 2013, l’Autorità di Vigilanza sui contratti pubblici (AVCP) ha definitivamente chiarito i termini di entrata in vigore del regime obbligatorio del sistema AVCPASS per la verifica dei requisiti delle imprese partecipanti a pubbliche gare d’appalto.

L’AVCP ha confermato che, per le pubbliche gare d’appalto d’importo superiore a 40.000 euro esperite in modalità non telematica, a partire dal 1 gennaio 2014 la verifica dei requisiti dovrà essere svolta esclusivamente mediante il sistema AVCPASS.

Il chiarimento si è reso necessario per dissipare i dubbi interpretativi generati dall’art. 49-ter del c.d. Decreto del Fare (D.L. n. 69/2013), che sembrava aver introdotto un nuovo termine (il 22 novembre 2013) di entrata in vigore dell’obbligo di utilizzo della Banca dati nazionale dei contratti pubblici (BDNCP) di cui all’articolo 6-bis del Codice Appalti.

Con un emendamento al D.L. 31 agosto 2013, n. 101 (Disposizioni urgenti per il perseguimento di obiettivi di razionalizzazione nelle pubbliche amministrazioni) si è invece prevista:

  • da un lato, la soppressione dell’art. 49-ter del D.L. n. 69/2013;
  • dall’altro, la modifica dell’art. 6-bis, comma 1, del Codice Appalti, sostituendo le parole “acquisita presso” con le parole “acquisita esclusivamente attraverso”.

Pertanto, dalla lettura combinata del nuovo art. 6-bis del Codice Appalti e delle prescrizioni contenute nella deliberazione AVCP n. 111/2012, resta confermato che:

  • per tutti gli appalti nei settori ordinari d’importo a base d’asta superiore a € 40.000 esperiti in modalità non telematica, dal 1° gennaio 2014 le stazioni appaltanti dovranno verificare i requisiti delle imprese esclusivamente attraverso il sistema AVCPASS;
  • per gli appalti svolti con modalità interamente telematiche (sia nei settori ordinari che nei settori speciali), l’obbligo di procedere alla verifica dei requisiti attraverso il sistema AVCPASS sarà regolamentato con una successiva deliberazione dell’Autorità di vigilanza.

Ricordiamo che l’AVCP, con la Delibera n. 111/2012, ha individuato i termini e le regole tecniche per l’acquisizione, l’aggiornamento e la consultazione dei dati concernenti la partecipazione alle gare e la valutazione delle offerte in relazione ai quali è obbligatorio l’inserimento della documentazione nella BDNCP.

Come funziona il sistema AVCPASS

Le imprese di lavori, forniture e servizi devono obbligatoriamente registrarsi al sistema accedendo all’apposito link sul sito dell’AVCP (Servizi ad accesso riservato - AVCPASS) ed inserire nella BDNCP i documenti a proprio carico che provano il possesso dei requisiti di qualificazione per la partecipazione alle pubbliche gare d’appalto.

Tutti i documenti inseriti devono essere firmati digitalmente.

Le imprese possono utilizzare tali documenti per tutte le procedure di gara a cui partecipano durante il periodo di validità di ciascun documento.

Per ogni gara il sistema rilascia un “PASS” che l’impresa deve inserire nella busta contenente la documentazione amministrativa, e che consente alle stazioni appaltanti la successiva acquisizione via web della documentazione comprovante il possesso dei requisiti di carattere generale, tecnico-organizzativo ed economico-finanziario dei concorrenti.

Tutte le comunicazioni tra stazioni appaltanti e imprese concorrenti nell’ambito del sistema AVCPASS devono essere effettuate tramite PEC.

Formazione e assistenza AVCPASS

Nella sezione "Servizi" del sito dell’Autorità è stata creata una pagina dedicata interamente alla formazione on line sul nuovo sistema AVCPASS.

L’Autorità ha pubblicato quattro demo illustrative del sistema, basate su tecnologia WBT (Web Based Training), liberamente fruibili:

  1. Registrazione e profilazione,
  2. Delibera n. 111/2012,
  3. AVCpass Operatore Economico
  4. AVCpass Stazione Appaltante

Su richiesta, lo Studio Legale Braggio organizza corsi di formazione personalizzata per imprese e stazioni appaltanti che necessitano di consulenza e supporto tecnico per il corretto utilizzo del sistema AVCPASS.

Per ricevere un’offerta dedicata, è possibile contattare lo Studio telefonicamente o compilando il modulo di contatto presente in questa pagina.

© Riproduzione riservata

Potrebbe interessarti anche:

AVCPASS da oggi obbligatorio: appalti bloccati?

Postato da Redazione il 1 Luglio 2014 in Leggi e Prassi

Nessuna proroga per l’AVCPASS, il nuovo sistema di verifica telematica dei requisiti di partecipazione delle imprese che diventa da oggi obbligatorio per le gare d’appalto d’importo a base d’asta pari o superiore ai 40.000 euro (...)

Gare MEPA: chiarimenti sulla verifica dei requisiti generali

Postato da Redazione il 4 Gennaio 2016 in Leggi e Prassi

Con il comunicato del 23 dicembre 2015 il presidente ANAC ha fornito chiarimenti sulle modalità di verifica dei requisiti generali di cui all’art. 38 del d.lgs. 163/2006 (Codice Appalti), nel caso di gare esperite sul MEPA (...)