L’importo della cauzione definitiva può essere dimezzato?

Postato da il 21 Gennaio 2013
{{{Quesito}}} I bandi di gara di solito prevedono la possibilità di ridurre l’importo della cauzione provvisoria se l'impresa possiede la certificazione di qualità ISO. Questa possibilità vale anche, in caso di aggiudicazione, per la presentazione della cauzione definitiva? {{{Risposta}}} Sì. Per quanto riguarda le {{imprese esecutrici di lavori pubblici}}, l'art. 40 del D.lgs. n. 163/2006 (Codice Appalti), riferito ai requisiti di qualificazione per la partecipazione a gare d'appalto, prevede espressamente al comma 7 che le imprese in possesso della certificazione del sistema di qualità usufruiscono del beneficio che la cauzione e la garanzia fideiussoria di cui agli artt. 75 (garanzia provvisoria) e 113 (garanzia definitiva) siano ridotte del 50%. Per quanto riguarda le{{ imprese fornitrici di beni e servizi}} alla P.A., con la Determina n. 7/07 l'Autorità di vigilanza (AVCP) ha chiarito che l'art. 40 del Codice Appalti, pur se riferito alla qualificazione delle imprese esecutrici di lavori pubblici, ha una portata estensiva e dunque è applicabile anche agli appalti di forniture e servizi. Pertanto, anche in mancanza di un'espressa previsione nel bando di gara, in caso di aggiudicazione di una gara d'appalto di lavori, forniture o servizi, {{l'impresa in possesso del certificato ISO può versare l'importo dovuto per la cauzione definitiva ridotto della metà.}}

© Riproduzione riservata