Rimborso spese pubblicazione bandi di gara: le novità del D.L. n. 66/2014

Postato da il 12 Maggio 2014
Rilevanti novità sono contenute nel {{D.L. n. 66/2014 (c.d. Decreto Spending Review 3)}} in relazione all'obbligo degli aggiudicatari di appalti pubblici di eseguire nei confronti delle stazioni appaltanti il {{rimborso delle spese sostenute per la pubblicazione dei bandi di gara}} su fonti ufficiali. Mediante un'integrale riscrittura del comma 7 dell'art. 66 e del comma 5 dell'art. 122 del d.lgs. 163/06 (Codice Appalti), l'art. 26 del decreto ha infatti {{eliminato l'onere per le stazioni appaltanti di pubblicare avvisi e bandi di gara sui principali quotidiani a diffusione nazionale}}. Per gli appalti d'importo inferiore alla soglia comunitaria le stazioni appaltanti hanno dunque un {{obbligo di pubblicazione dei bandi soltanto su}}: -* Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, -* sito informatico della stazione appaltante, -* sito informatico del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, -* sito informatico presso l'Osservatorio AVCP. E' così venuto meno anche quell'onere di rimborso delle spese di pubblicazione dei bandi di gara sui quotidiani nazionali che il precedente D.L. n. 179/2012 (Decreto Sviluppo bis) conv. in Legge n. 221/2012 aveva posto a carico degli aggiudicatari di gara a partire dal 1° gennaio 2013. {{Permane tuttavia un onere di rimborso a carico degli aggiudicatari nei confronti delle stazioni appaltanti}}. Il medesimo art. 26 del Decreto Spending Review 3 ha infatti introdotto direttamente nel Codice Appalti (artt. 66 comma 7-bis e 122 comma 5-bis) la seguente previsione: {"{{Le spese per la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana}}, serie speciale relativa ai contratti pubblici, degli avvisi, dei bandi di gara e delle informazioni di cui all'allegato IX A {{sono rimborsate alla stazione appaltante dall'aggiudicatario entro il termine di sessanta giorni dall'aggiudicazione}}".} Le nuove disposizioni sono entrate {{in vigore dal 24 aprile 2014}}, data di pubblicazione del Decreto Spending Review 3 sulla Gazzetta Ufficiale.

© Riproduzione riservata