Lavori: ammesso l’avvalimento di più imprese ausiliarie

Postato da Redazione il 1 Dicembre 2014

Dal 25 novembre 2014 è ammesso partecipare alle pubbliche gare d’appalto di lavori mediante avvalimento di più imprese ausiliarie.

E’ l’importante modifica introdotta dalla Legge n. 161/2014 (Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea), che ha così sostituito il comma 6 dell’art. 49 del d.lgs. n. 163/2006 (Codice Appalti):

"E’ ammesso l’avvalimento di piu’ imprese ausiliarie, fermo restando, per i lavori, il divieto di utilizzo frazionato per il concorrente dei singoli requisiti economico-finanziari e tecnico-organizzativi di cui all’articolo 40, comma 3, lettera b), che hanno consentito il rilascio dell’attestazione in quella categoria".

Cade così il divieto del concorrente di avvalersi di una sola impresa ausiliaria per ciascuna categoria di qualificazione, divieto precedentemente posto dalla norma per gli appalti di lavori e ritenuto illegittimo dalla Corte di giustizia dell’Unione europea per incompatibilità con la normativa comunitaria in materia.

© Riproduzione riservata

Potrebbe interessarti anche:

Mancanza PASSOE: è causa di esclusione?

Postato da Redazione il 27 Novembre 2015 in Quesiti & Risposte

Quesito La ditta che, a causa di ritardi nel processo di registrazione al sistema AVCPass, non include il PASSOE nella busta contenente la documentazione amministrativa, può essere esclusa dalla gara? Risposta No, come (...)

Dichiarazioni art. 38: soggetti obbligati

Postato da Avv. Barbara Braggio il 29 Novembre 2013 in Pillole di giurisprudenza

L’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato ha finalmente chiarito quali soggetti sono obbligati a rendere le dichiarazioni sul possesso dei requisiti di moralità professionale prescritti dall’art. 38, comma 1, lett. b) e c), del (...)