In arrivo la Banca dati nazionale dei contratti pubblici e l’AVCPass

Postato da Redazione il 17 Dicembre 2012

Conto alla rovescia per la Banca dati nazionale dei contratti pubblici (BDNCP) e per il nuovo servizio AVCPass per la verifica dei requisiti di carattere generale, tecnico-organizzativo ed economico-finanziario per la partecipazione alle gare d’appalto.

Dal 1° gennaio 2013 tutta la documentazione comprovante il possesso dei requisiti di partecipazione alle procedure di gara dovrà essere inserita nella Banca dati nazionale dei contratti pubblici istituita presso l’Autorità di vigilanza (AVCP).

A tal fine l’AVCP ha già predisposto uno schema di delibera con cui:

  1. individua i dati concernenti la partecipazione alle gare e la valutazione delle offerte da inserire nella banca dati al fine di consentire alle stazioni appaltanti di verificare il possesso dei requisiti dei concorrenti;
  2. istituisce il nuovo sistema di verifica dei requisiti denominato AVCPass, dotato di apposite aree dedicate agli operatori economici e alle stazioni appaltanti;
  3. stabilisce i termini e le regole tecniche per l’acquisizione, l’aggiornamento e la consultazione dei predetti dati.

Lo schema di delibera è attualmente sottoposto al parere del Garante per la protezione dei dati personali e in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

Schema di delibera AVCP:

© Riproduzione riservata

Potrebbe interessarti anche:

Certificato camerale: scompare la "dicitura antimafia"

Postato da Redazione il 8 Marzo 2013 in Leggi e Prassi

A seguito dell’entrata in vigore del D.Lgs. n. 218/2012 che ha modificato il D.Lgs. n. 159/2011 (Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione), dal 13 febbraio 2013 le Camere di commercio non rilasciano più i (...)

Obblighi trasmissione dati all’ANAC: come adempiere

Postato da Avv. Barbara Braggio il 27 Gennaio 2015 in Leggi e Prassi

Entro il prossimo 31 gennaio le Stazioni Appaltanti devono adempiere agli obblighi di trasmissione dei dati sui contratti pubblici previsti dall’art. 1, comma 32, della L. 190/2012 (c.d. Legge Anticorruzione). Restano a tal (...)