Consip: obblighi e facoltà d’acquisto delle PA

Postato da Redazione il 15 Marzo 2013

Alla luce dei nuovi obblighi di acquisti on line della pubblica Amministrazione previsti, dal 1° gennaio 2013, dai decreti di Spending Review, la Consip ha elaborato una tabella che riassume gli obblighi e le facoltà di ciascuna Amministrazione nella scelta e utilizzo degli strumenti di acquisto disponibili sul portale Acquistinretepa.it.

Gli strumenti d’acquisto messi a disposizione sul portale sono:

  1. Convenzioni Consip
  2. Accordi Quadro o gare su delega obbligatori Consip
  3. Sistemi dinamici di acquisizione (SDAPA)
  4. Mercato elettronico (MEPA)

Le Amministrazioni possono consultare la tabella in caso di dubbi sulla facoltà od obbligatorietà di utilizzo dei diversi strumenti di acquisto, per avere tutte le informazioni necessarie a compiere gli acquisti nel rispetto della normativa vigente.

Gli obblighi e le facoltà sono stabiliti in base a:

  • la tipologia di Amministrazione di appartenenza: Amministrazioni statali, regionali, Enti del servizio sanitario nazionale, scuole e università, altre Amministrazioni, organismi di diritto pubblico
  • la tipologia di acquisti da effettuare: merceologie di beni e servizi da acquistare
  • gli importi di spesa: sopra o sotto la soglia comunitaria.

Di seguito la tabella obblighi-facoltà dal 1° gennaio 2013:

© Riproduzione riservata

Potrebbe interessarti anche:

Le novità del Decreto n. 66/2014 dopo la conversione in legge

Postato da Redazione il 1 Luglio 2014 in Leggi e Prassi

Pubblicata sulla G.U. n. 143 del 23.06.2014 la Legge n. 89/2014 di conversione del Decreto legge n. 66/2014 "Misure urgenti per la competitività e la giustizia sociale" (c.d. decreto di Spending Review 3). Entrano quindi (...)

Legge di stabilità 2016: acquisti centralizzati, programmazione e ICT

Postato da Redazione il 2 Febbraio 2016 in Leggi e Prassi

La Legge di stabilità 2016, approvata con legge 28 dicembre 2015, n. 208, rivoluziona ancora il sistema degli acquisti di beni e servizi per gli enti della pubblica amministrazione, introducendo nuovi obblighi di ricorso agli (...)