AVCPASS da oggi obbligatorio: appalti bloccati?

Postato da Redazione il 1 Luglio 2014

Nessuna proroga per l’AVCPASS, il nuovo sistema di verifica telematica dei requisiti di partecipazione delle imprese che diventa da oggi obbligatorio per le gare d’appalto d’importo a base d’asta pari o superiore ai 40.000 euro nei settori ordinari.

Rischio appalti bloccati?

A seguito della soppressione dell’Autorità di Vigilanza sui contratti pubblici (AVCP) e delle criticità emerse in sede di utilizzo facoltativo del nuovo sistema, era circolata l’indiscrezione di un’ulteriore proroga di 6 mesi proposta dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, che invece non è stata recepita nell’ultima riunione di ieri del Consiglio dei Ministri.

Da oggi scatta quindi l’obbligo, per le stazioni appaltanti e per i partecipanti alle pubbliche gare d’appalto d’importo a base d’asta pari o superiore ai 40.000 euro nei settori ordinari, di utilizzare esclusivamente l’AVCPASS per la verifica telematica dei requisiti di ordine generale, di idoneità professionale, di capacità tecnico-organizzativo ed economica-finanziaria.

E’ bene precisare che l’obbligo sussiste solo per quelle gare il cui CIG (codice identificativo di gara) venga richiesto a partire da oggi, mentre le gare con CIG richiesto fino al 30 giugno 2014 restano escluse dall’obbligo di utilizzo dell’AVCPASS.

E’ altresì opportuno ricordare che da oggi scatta anche l’ulteriore obbligo delle Amministrazioni pubbliche di utilizzare caselle di posta elettronica certificata personali per i soggetti abilitati al operare sull’AVCPASS, in quanto l’Autorità aveva acconsentito all’uso transitorio delle caselle di posta elettronica ordinaria solo fino al 30 giugno 2014 (Comunicato AVCP del 22.1.2014).

Speciale Assistenza AVCPASS

Lo Studio Legale Braggio offre alle stazioni appaltanti uno speciale servizio di assistenza guidata sull’uso del nuovo sistema AVCPASS, con supporto telefonico e telematico diretto che aiuta l’Amministrazione a gestire la gara mediante le singole funzionalità del processo.

Per ricevere un’offerta dedicata, è possibile contattare lo Studio telefonicamente o compilando il modulo di contatto presente in questa pagina.

© Riproduzione riservata

Potrebbe interessarti anche:

Come chiedere un parere all’Autorità di Vigilanza

Postato da Avv. Barbara Braggio il 20 Marzo 2014 in Approfondimenti

Per richiedere un parere all’Autorità di vigilanza sui contratti pubblici (AVCP) è necessario seguire le indicazioni contenute nel nuovo Regolamento sul procedimento per la soluzione delle controversie pubblicato nella (...)

Lotti di gara: le novità della Legge n. 98/2013

Postato da Avv. Barbara Braggio il 11 Settembre 2013 in Leggi e Prassi

La Legge n. 98/2013 di conversione del Decreto n. 69/2013 (c.d. Decreto del Fare) ha introdotto diverse modifiche al Codice dei contratti pubblici, tra cui alcune importanti novità in materia di suddivisione dell’appalto in (...)